Mercoledì, 16 Dicembre 2009 18:32

Energia Geotermica

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

Geotermica

Il termine "geotermia" proviene dal greco geo (terra) e thermo (calore). Quindi geotermia significa calore della terra.

Il flusso  di calore terrestre è una sorgente energetica continua e senza fine, almeno secondo una scala temporale umana.  Le difficoltà incontrate nello sviluppo di sorgenti geotermiche: caratteristiche geologiche, posizione geografica e tecnologia disponibile, sono il principale problema per un loro utilizzo.

L'energia geotermica può essere sfruttata sia  per produrre energia elettrica che energia termica. La produzione di energia elettrica avviene impiegando il calore della terra in un turbogeneratore, mentre l'energia termica avviene per scambio di calore con un fluido termovettore. Una particolare applicazione si ha nella climatizzazione degli ambienti.

In Italia un'importante zona sfruttata per produrre energia elettrica e termica da energia geotermica è quella di Larderello in provincia di Pisa che ha una produttività di 4800 GWh/anno.

Per i riferimenti normativi ed ulteriori informazioni consultare il sito della
REGIONE TOSCANA

PROCEDURE AUTORIZZATIVE 

Tipo di impianto

Tipologia di autorizzazione

Procedura da seguire

Impianti di produzione di calore da risorsa geotermica, senza prelievo di fluido, per climatizzazione edifici

SCIA
(art. 16 L.R. 39/2005)

Presentazione della SCIA, ai sensi della L.R. 39/2005 e della L.R. 1/2005, al Comune

Impianto geotermico, con prelievo di fluido, se la profondità è inferiore ai 400 metri e la potenza termica è inferiore ai 2 MW termici

Autorizzazione provinciale insieme alla Concessione di derivazione acqua pubblica
(art.15 L.R. 39/2005, D.lgs 22/2010 e RD 1775/33)

Istanza alla Provincia che promuoverà una procedura unica per tutti gli atti necessari alla realizzazione dell’opera.

 

Letto 2532 volte Ultima modifica il Mercoledì, 20 Febbraio 2013 12:29
Joomla Templates by Joomla51.com