Aggiornamento 20/12/2016 su nuove procedure per autodichiarazioni Impianti termici Regione Toscana dal 01/01/2017

Attenzione

DA LEGGERE ATTENTAMENTE DA PARTE DI TUTTI I MANUTENTORI

QUESTA COMUNICAZIONE E' STATA INVIATA VIA MAIL A TUTTE LE DITTE IN DATA 20/12/2016

Alle ditte di manutenzione ed alle Associazioni di Categoria

Buongiorno,

lo scorso 13 dicembre la Regione Toscana ha approvato la legge sugli impianti termici che però solo in parte definisce procedure e modalità su autodichiarazione e controlli a partire dal 1° gennaio 2017; per alcuni aspetti rimanda ad una delibera di giunta regionale che dovrà essere approvata entro il 31 dicembre.

La legge conferma che:

- dal 1° gennaio 2017 le funzioni di controllo degli impianti termici del Comune di Livorno saranno prese dalla Regione (che sarà unica autorità competente su tutto il territorio regionale)

- i BOLLINI dovranno essere pagati dalla ditta prima di essere ritirati, previa richiesta ad EALP e consegna della ricevuta di avvenuto pagamento (i bollini da utilizzare su impianti presenti nella provincia di Livorno dovranno essere richiesti ad EALP; non potranno essere utilizzati bollini acquistati in altre province)

- dal 1° gennaio 2017 la tariffa del bollino sarà un’entrata della Regione per cui si tratta di pagamenti che la ditta farà ad un ente pubblico, esenti IVA, per il quale EALP rilascerà semplicemente un attestato di pagamento e non la fattura (stessa metodologia seguita con il Comune di Livorno);

- fino al 31 dicembre 2017 i rapporti di controllo di efficienza energetica continueranno ad essere trasmessi ad EALP (via telematica per la Provincia, cartaceo per il Comune)

- dal 1° gennaio 2017 i controlli periodici di efficienza energetica (prova fumi), e quindi l’invio ad EALP del RCEE ed il pagamento del bollino sulle caldaie a gas o GPL di potenza tra 10 e 100 kW si effettuano a partire dal controllo di prima accensione  (per il quale deve essere fatto RCEE e trasmesso ad EALP con pagamento del bollino), dopo 4 anni e poi a seguire ogni 2 anni (come per le auto); non ci sarà più la distinzione tra impianti a metano o GPL tra 10 e 100 kW in esercizio da più o meno di 8 anni o installati all’interno o all’esterno.

Invece dovrà ancora essere chiarito con atto della Giunta:

- la tariffa del bollino per il 2017 su tutto il territorio regionale e per tutte le tipologie di impianto termico, anche per i generatori di calore a fiamma di potenza tra 10 e 100 kW per i quali la legge prevede che sia "stabilita con deliberazione della Giunta Regionale in misura non superiore a 20 euro" (nella versione originaria era fissata in 20 euro)

- il soggetto che incasserà la tariffa dei bollini; dovrà essere deciso se tale tariffa sarà versata dalla ditta di manutenzione per conto dell’utente su un conto corrente della Regione o su quello esistente di EALP (in ogni caso non sarà fatta fattura)

come trattare i bollini Provincia di Livorno (escluso Comune di Livorno), acquistati dalle ditte nel 2016 e residuati ma che non potranno essere utilizzati nel 2017 in quanto ci saranno i nuovi con il logo Regione Toscana e con gli importi modificati; in base alle indicazioni della Regione potrebbero essere rimborsati o sostituiti con integrazione della differenza tra il nuovo importo e i 10 euro già pagati. A questo proposito si chiede a tutte le ditte di indicare ad EALP entro il 10 gennaio il numero di bollini non utilizzabili nel 2017 ed i relativi importi.

Appena sarà disponibile la delibera di Giunta Regionale faremo una nuova comunicazione.

E’ evidente che non essendo state indicate ad oggi da parte della Regione tutte le regole per poter avviare le attività dal 1° gennaio 2017 e non essendo al momento EALP in grado di procedere alla ristampa dei bollini, la ripartenza per il 2017 slitterà di qualche giorno rispetto al 1° gennaio.

 

Joomla Templates by Joomla51.com