Proposta strumenti educativi e didattici

proposte 2015 2016area-docenti

Richiedi, inviando una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. la presentazione in .pdf delle proposte didattiche che EALP offre per l'anno scolastico in corso o la scheda dettagliata dello strumento didattico

PER LE SCUOLE PRIMARIE

PER LE SCUOLE SECONDARIE DI PRIMO GRADO

PER LE SCUOLE SECONDARIE DI SECONDO GRADO

1)    Gioco dell’Oca: Prima di costruire questo gioco dell'oca è necessario aver svolto una lezione sul risparmio energetico e sui buoni comportamenti (strumento N. 27). Il gioco dell'oca viene costruito dai ragazzi che creano disegni

gioco oca11

2)    La casa isolata: Costruzione di casine (scatole da scarpe oppure costruite dai ragazzi stessi) e rivestimento delle stesse con materiale isolante al fine di scoprire quali sono i materiali isolanti che trattengono meglio il calore (sughero, polistirolo, lana di vetro, alluminio, cartone ecc). Verrà fatta la prova tenendo una lampadina all'interno (che farà da riscaldamento) per un certo periodo e poi togliendola, misurando quanto gradi sono stati dispersi. Il tutto con l'aiuto di un termometro digitale e la compilazione di una tabella per riportare i dati.

casa isolata

3)    Si fa o non si fa?: Ogni ragazzo pensa ad un comportamento corretto o scorretto dal punto di vista del risparmio energetico.  Questi comportamenti devono essere messi in mostra attraverso foto o disegni con slogan che indichino

4)    Uso di video: Ealp mostrerà dei video sulle fonti rinnovabili e sul risparmio energetico (DVD o mp3) che verranno poi commentati con la classe.  Alcuni esempi di video disponibili: PATTUGLIA SPAZIALE, DOCUMENTARI tratti da trasmissioni televisive, cartoni animati tematici etc..

5)    Audit energetico in classe e diario energetico: Gruppi di studenti si fingono “investigatori” e osservano da vicino le caratteristiche dell’edificio scolastico facendo particolare attenzione ad alcuni aspetti quali:isolamento termico, illuminazione, riscaldamento, uso di elettrodomestici, uso di elettricità, trasporti ecc. Il questionario deve servire come stimolo a capire determinate problematiche legate alla struttura scolastica e a far riflettere sulle possibili soluzioni per risparmiare energia.Può essere fatto anche in assenza di Ealp e va ad integrare il "tour" N. 11. Inoltre viene controllato per almeno una settimana il contatore della scuola e vengono rilevati i consumi giornalieri (Compilazione di apposita scheda di rilevazione consumi dei elettrici e termici: l'Energy Diary)

6)    Il forno solare: Gli studenti dovranno costruire un FORNO SOLARE (con scatole da pizza ed altro materiale di uso  comune): prototipo di pannello solare per verificare, attraverso un termometro, come si riscalda l’intercapedine di aria o si riscalda acqua oppure la merenda (o un uovo al tegamino!)

forno solare1forno solare2

7)    Mappa climatica e calcolo dell’impronta ecologica: Una mappa del mondo per indicare quali sono le zone che hanno una maggior impronta ecologica. Valutazione con l'utilizzo di planisferi "deformati" delle zone a maggior concentrazione di uso di fonti energetici fossili e rinnovabili. Calcolo dell'impronta ecologica attraverso un apposito questionario (si puo' svolgere anche in aula informatica via Internet, oppure in cartaceo in classe)

impronta eco

8)    Lettura del contatore a casa: L’esercizio si svolge in due fasi della durata di una settimana ciascuna; durante la prima settimana bisogna trascrivere il dato di lettura presente sul contatore senza fare attenzione alle abitudini energetiche di casa. Dopo questa prima fase verranno fornite in classe dagli insegnanti o dagli esperti, alcune informazioni su come risparmiare energia in modo semplice, basandosi solo su comportamenti “consapevoli” ("comportamenti energetici" - brochure Fermati a Pensare"). In seguito a queste nozioni, verrà ripetuta l’operazione di lettura e trascrizione dei dati in tabella per la durata della seconda settimana. Questa volta però bisognerà fare attenzione ai comportamenti energetici della famiglia. Fare attenzione anche a trascrivere quali elettrodomestici vengono usati durante il giorno in modo da poter fare un paragone tra i kWh consumati nei vari giorni, che varieranno anche a seconda di quali attività vengono svolte in casa

lettura cont1 lettura cont2

9)    Uso di proiezioni Power Point: Ealp mostrerà presentazioni in Power Point (computer e proiettore) che aiuteranno gli studenti a capire meglio, attraverso le immagini, alcuni concetti teorici. Per esempio verrà proiettato il fumetto di ENERGY

10)    Visita ad un sito di interesse energetico: Ealp proporrà un elenco di possibili visite studio a luoghi di interesse energetico ambientale.  Per esempio visita alla FUNICOLARE FOTOVOLTAICA di Montenero, Sasso Pisano e la centrale geotermica di Larderello, il parco eolico di Montevaso (Chianni), il tetto fotovoltaico della Coop di Riotorto

11)    Tour energetico a scuola: La classe effettuerà un vero e proprio « tour » intorno e dentro la scuola attraversando corridoi, scale, classi, aula insegnanti, locale caldaia, mensa, sala presidenza, scale, palestra ecc. al fine di fare delle misurazioni termiche e dell'illuminazione, avvalendosi di strumenti messi a disposizione dagli esperti Ealp (termometro digitale e luxometro). Il tutto verrà registrato in un apposito questionario. Inoltre, ad integrazione,  si consiglia di svolgere anche autonomamente l'audit energetico N. 5

tour energetico

12)    Il gioco delle abitudini energetiche: Lo strumento serve a far capire quanto pesano le abitudini energetiche nell’economia familiare attraverso un questionario. Si consiglia anche di fare il questionario del progetto RIPENSARE

13)    Kit solare (modellini funzionanti con energia solare): Verranno mostrati alcuni pannellini fotovoltaici collegati ad una radiolina, un bip sonoro, un tester, una ventola o un carica batterie che funzioneranno quindi con energia solare (se non c'è il sole, con l'aiuto di una lampadina). Inoltre Ealp mostrerà modellini di elicottero, aeroplano, mulino a vento, caricabatterie solare, cappellino etc.  funzionanti con un pannellino fotovoltaico

forno solare1

14)    Costruzione di modellini: I ragazzi potranno costruire dei modellini per verificare come funzionano le fonti rinnovabili. Ad esempio la girandola oppure il forno solare a specchi

15)    Cost Control: Con un apposito strumento, denominato Cost Control, verranno verificati i consumi elettrici di vari apparecchi o elettrodomestici. In genere in classe si puo' misurare la differenza di impegno potenza di 2 lampadine (1 a incandescenza, 1 a basso consumo). Solitamente si svolge insieme allo strumento del timer giornaliero

16)    Andiamo a scuola a piedi: o “scuolabus a piedi” non è altro che una comitiva di bambini che danno vita ad un autobus immaginario guidato da adulti con fermate, passeggeri ma… niente motore. Lo scuolabus seguirà un percorso prefissato nelle strade dei quartieri fino alle scuole, facendo sosta in alcune “fermate” prestabilite per “far salire a bordo” gli scolari accompagnati dai loro genitori o nonni. Autisti” d’eccezione potrebbero essere l’Assessore all’Ambiente del Comune o il Sindaco. Lo scopo è sensibilizzare le famiglie a ridurre il più possibile l’uso dell’auto per accompagnare a scuola i propri figli. Un’alternativa per limitare il traffico e l’inquinamento in città e allo stesso tempo l’occasione per riscoprire un modo allegro e salutare per raggiungere il luogo di studio. Si puo anche mettere un premio all'allievo + virtuoso che dimostrerà di aver usato meno degli altri l'auto e di aver quindi diminuito le sue emissioni di CO2

17)    Intervista ai nonni e storie d’altri tempi: Gli studenti invitano una persona anziana (over 70 - disponibili i nonni dell'Auser)  al fine di porle qualche domanda per conoscere meglio come essa vivesse quando era piccola e aveva cioè la stessa età dell’intervistatore. A questa persona verranno poste domande sulla vita quotidiana, relativamente a riscaldamento, illuminazione, trasporti, hobbies, comportamenti quotidiani (come fare la spesa, conservare i cibi, lavare i panni etc). Un questionario ad hoc è già stato predisposto da Ealp. In genere viene fatta lettura di alcuni brani (Roy e Margherita, La Famiglia Spreconi etc..)

intervista nonni

18)    Poster: I ragazzi produrranno un poster colorato che dovrà essere affisso fuori dalla porta della loro camera (nella quale non potrà avere accesso chi non si comporterà correttamente dal punto di vista energetico) oppure a scuola (l'elenco dei comportamenti dovrà essere riportato dal ragazzo su questo poster)

19)    Materiale per docenti: Si tratta dell'Energy Book scaricabile dal portale www.energeticamenterosignano.it iscrivendosi con una LOGIN e PASSWORD (l'abilitazione viene poi data da Ealp). L'Energy Book è suddiviso in teoria, esperimenti e esercizi. Le istruzioni per scaricare il materiale didattico verranno consegnate separatamente

20)    Materiale per studenti: Si tratta dell'Energy Book scaricabile dal portale www.energeticamenterosignano.it iscrivendosi con una LOGIN e PASSWORD (l'abilitazione viene poi data da Ealp). L'Energy Book è suddiviso in teoria, esperimenti e esercizi. Le istruzioni per scaricare il materiale didattico verranno consegnate separatamente

21)    Il Dottor Clima: Il Dr. Clima è una mascotte che contribuisce a spiegare il problema dei cambiamenti climatici agli studenti in maniera divertente ed interattiva. Basterà un camice da Dottore e qualche strumento medico che serva a "misurare la febbre" alla nostra terra. Il Dr. Clima potrebbe essere anche un pupazzo creato dalla classe. Potrebbe servire un mappamondo (anche gonfiabile)

dr clima

22)    Timer giornaliero: Utilizzo del timer giornaliero per verificare l'accensione automatica degli elettrodomestici (in genere si svolge insieme allo strumento Cost Control nella lezione introduttiva)

23)    Valvola termostatica: NON DISPONIBILE

24)    Biglie: NON DISPONIBILE

25)    Candela: NON DISPONIBILE

26)    Link a siti internet consigliati da Ealp: Navigazione in vari siti internet consigliati da Ealp http://www.ealp.it/ealp/link-educazione  (anche con giochi interattivi) relativi a varie tematiche quali: energia, risparmio energetico,fonti rinnovabili, mobilità sostenibile etc.. Su www.ealp.it sono presenti molti link (vi si accede dall'area dei progetti di educazione energetico-ambientale

27)    Elenco dei comportamenti energetico corretti: Lettura dei buoni comportamenti su risparmio energia, uso energie rinnovabili e risparmio energia nella mobilità. In genere si lega alla lezione della lettura del contatore Enel, propeduetica al risparmio energetico e alla Battaglia della CO2

28)    Simulazione centrali elettriche: Simulazione di come viene prodotta l'energia elettrica: dal petrolio alla lampadina. Ogni ragazzo impersonerà un pezzo del processo di produzione (petrolio, vapore, turbina, alternatore, lampadina, inquinamento)

percorso energia percorso energia2

29)    Tabù energetico: E' un gioco che si fa su con 60 carte create da EALP, su cui è stampata una parola in rosso e altre 4 in nero ad essa connesse. I giocatori si dividono in due squadre e si sorteggia chi comincia per primo. Un giocatore di una squadra fa da "suggeritore" agli altri, mentre quelli dell'altra squadra controllano che non dica le parole tabù

30)    La casa sprecona e la casa Risparmiona: Si divide la classe in 2 gruppi, gli spreconi e i risparmioni e si assegna loro una casa. Essi dovranno allestire la loro casa di cartone, rappresentata da 4 stanze (bagno e camera al piano superiore, cucina e soggiorno al piano inferiore), con accessori risparmioni o spreconi. Alla fine ne risulteranno 2 poster che potranno esserte attaccati in classe.

casa risp1 casa risp2

31)    La battaglia delle emissioni di CO2: Si consegnano ai bambini dei bigliettini riportanti comportamenti energeticamente corretti oppure no. Ognuno legge il suo a voce alta, gli altri giudicano: se positivo faranno un applauso, se negativo faranno abbaione. Alla fine si saranno formati il gruppo dei buoni e dei "cattivi". Si consegna al gruppo dei cattivi una pallina di giornale (la CO2) e comincia la battaglia a tempo (1 min). Alla fine si contano le palline: chi ne ha di più? Chi ha vinto? Lo scopo è far capire che nessuno vince ma perdiamo tutti perché la CO2 la respiriamo comunque

percorso energia2

32)    Il gioco delle risorse: NON DISPONIBILE

33)    Che cosa ho in testa: NON DISPONIBILE

34)    Un’altra isola: NON DISPONIBILE

35)    La vacanza eco-sostenibile: Come devono comportarsi i turisti (ma anche gli abitanti del posto) in vacanza  per rispettare il luogo di ferie (pineta, duna, spiaggia etc)? L’obiettivo è rendere consapevoli i bambini e le famiglie che quando si parte è necessario pianificare bene tutte le fasi organizzative cercando di tenere sempre presente le conseguenze che ogni nostra scelta può avere sull’ambiente.

vacanza eco

36)    Il gioco delle carte energetiche: Ci sono 2 livelli di gioco 1) per eco-cittadini debuttanti : si gioca con solo 32 carte (suddivise per 4 famiglie, si sceglie o il gruppo A o il gruppo B)
2) per eco-cittadini esperti : si gioca con 64 carte (suddivise in 4 famiglie, sia A che B) L'obiettivo è vincere una carta appartenente a ciascuna della 4 famiglie togliendola agli altri giocatori rispondendo correttamente alle loro domande

37)    Energia grigia: Diretto a sensibilizzare ed accrescere la  consapevolezza dell’esistenza dell’ ingrediente Energia (e quindi del suo costo) che è insito in ogni oggetto che compriamo ed utilizziamo, si tratta di un gioco di simulazione delle dinamiche economiche in un mondo globalizzato prendendo ad esempio, come prodotto di scambio contrattuale, la lattina: estrazione bauxite, e realizzazione alluminio, vendita dell’alluminio per la costruzione della lattina e vendita della stessa.

energia grigi

38)    Il teatrino dell’energia: Una storia animata da scenografie e marionette costruite con materiale naturale, che riprende le tematiche energetiche e ambientali

teatrino

39)    Una storia energetica: NON DISPONIBILE

40)    Il glossario dell’ambiente: NON DISPONIBILE

41)    Il gioco della giunta comunale: Un bambino viene nominato dall’insegnante ‘Sindaco della città Spreconia’, e con esso vengono nominati assessori (bilancio, energia, comunicazione) 3 o 4 bambini, mentre il resto della classe va a costituire il Consiglio comunale. L’esperto si improvvisa cittadino che va  dal Sindaco a presentare le proprie rimostranze per l’alto inquinamento della città, e fa notare che tutte le abitazioni di Spreconia sono dotate di lampadine ad incandescenza. Chiede quindi al Sindaco di porre rimedio a questa situazione.  Il Sindaco ‘convoca’ la Giunta (gli assessori) e ascolta anche le idee dei consiglieri, alla ricerca di un’azione che risulti incisiva per la riduzione dei consumi energetici.

42)    Clima e energia Lamma Giocosimulazione VADDI: Vallo a Dire ai Dinosauri: EALP e LaMMa propongono, congiuntamente, due interventi di educazione energetica ambientale. La proposta didattica mira alla conoscenza delle più avanzate tecnologie di produzione energetica da FER, collegando i livelli di produttività energetica alle manifestazioni meteorologiche.  Gli esperti LaMMA, in base ai rilevamenti meteo degli ultimi anni,  illustreranno il grado di modificazione climatica raggiunto a livello locale e globale, rilevando le problematiche ad esso connesse. Nel corso degli incontri gli esperti dell’EALP presenteranno anche “ENERGIZAIR, il meteo delle fonti rinnovabili”, con il quale EALP si è aggiudicata, quest’anno, il premio europeo.

giocosimulaz

43)    Teatrino risparmioso: Una storia animata da scenografie e marionette costruite con materiale naturale, che riprende le tematiche del risparmio energetico

44)    Impronta idrica e cambiamenti climatici: Calcolo dell'impronta idrica. L'importanza dell'acqua nella notra società e come essa cambia mentre cambia il clima (siccità etc)

impronta idr

45)    Attività di brainstorming, world cafè, Open Space su fonti rinnovabili e risparmio energetico

46)    Giocosimulazione VADDI "VAllo a Dire ai DInosauri" - LEGGI la relazione su un'attività "tipo" svolta alla scuola media G. Galilei di Cecina

IMG 2252         sindaco piccola

ALCUNI MOMENTI DELL'ATTIVITA' DI GIOCOSIMULAZIONE

picaya

LA MAPPA DELLA REGIONE PICAYA

Aldo Manin presidente regione  Aldo Manin presidente regione2

LA CARTA D'IDENTITA' DI UNO DEI PERSONAGGI (PRESIDENTE DELLA REGIONE PICAYA)

 

NOTA: Se non riesci a trovare quello che cerchi o non riesci a scaricare alcuni files, contatta via mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure chiama lo 0586/887380

area-docenti

Altro in questa categoria: « Area Docenti News da EALP »
Joomla Templates by Joomla51.com